Nuovi murales anti degrado nei complessi di case popolari
I muri del complesso Aler di via Quasimodo presi di mira dai vandali

San Giuliano vuole arte e poesia al posto di ingiurie e violenza

Già contattati alcuni writers, l’idea è di realizzare dei murales anti degrado nei complessi delle case popolari

Arte e poesia al posto delle ingiurie e delle pesanti frasi che istigano all’uso di droghe e alla violenza sulle donne con le quali sono stati ricoperti i muri delle portinerie delle case popolari di San Giuliano. La proposta si alza dal sangiulianese Daniele Vazorni, professione educatore, che insieme ad alcuni artisti di strada chiederà alle istituzioni la possibilità di cambiare il volto dei luoghi degradati che sono frequentati da centinaia di bambini e adolescenti.

Ragazzi che - sottolineano i promotori del progetto - crescono circondati da volgarità e messaggi violenti: gli esempi purtroppo non mancano e sono sotto gli occhi di tutti (letteralmente) dagli immobili Aler di via Quasimodo fino ai palazzoni di via Repubblica, che sono anche al centro del progetto “Cambiare i colori del quartiere: Case rosse laboratorio del cambiamento” che è partito dal Comune di San Giuliano (e che è stato finanziato dalla Comunità europea) per creare dei percorsi inclusivi di riscatto sociale.

«Proprio per la professione che svolgo - spiega Vazorni che si sta adoperando con alcuni amici per restituire dignità alle strutture prese di mira dai vandali -, so quanto sia importante per un giovane essere circondato da un clima di decoro e ritengo che ciascuno di noi possa dare un contributo a migliorare le cose. Siamo già in contatto con alcuni writer che hanno realizzato pregevoli lavori nel Sudmilano e insieme vogliamo fare qualcosa di positivo, nella speranza che sia il primo passo verso un traguardo che vada a beneficio di chi abita nelle case popolari, ma anche di tutta la comunità di San Giuliano»

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 19

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.