Rive dell’Adda infestate dai pusher I volontari li costringono alla fuga
I volontari presenti alla giornata ecologica, andata comunque a buon fine con una ventina di sacchi raccolti

Maccastorna: la giornata ecologica si trasforma in un’operazione antidroga

Le rive dell’Adda sempre più spesso in mano agli spacciatori, messi in fuga questa volta dai volontari che pulivano le sponde

Due spacciatori italiani e due magrebini messi in fuga, due clienti identificati e il cellulare con i contatti degli altri assuntori consegnato ai carabinieri: doveva essere una giornata ecologica come tante, ma si è trasformata in un’operazione antidroga quella che sabato pomeriggio ha visto impegnati il sindaco di Maccastorna Fabrizio Santantonio e una trentina di volontari della sagra delle rane, che mentre ripulivano l’argine dell’Adda dai rifiuti hanno sorpreso gli spacciatori all’opera.

Fabrizio Santantonio

La presenza dei volontari ha scombinato i piani degli spacciatori che anzi sono stati letteralmente messi in fuga dal gruppo. L’intervento, già risolutivo, però ha avuto un ulteriore risvolto: nella corsa infatti uno dei pusher ha perso il telefonino che è stato recuperato dal gruppo che svolgeva le pulizie delle sponde. E ignari del fatto che il cellulare fosse finito nelle mani degli abitanti di Maccastorna, i clienti degli spacciatori hanno continuato a chiamare per darsi appuntamento lungo l’argine per acquistare la droga. I volontari, fingendosi pusher, hanno dato loro le indicazioni per farli arrivare sul posto dove ad aspettarli hanno trovato i carabinieri, allertati nel frattempo dal primo cittadino. «Avevamo già segnalato la presenza di spacciatori sull’argine al questore e ai carabinieri - ha spiegato il sindaco - e nei prossimi giorni lo segnalerò anche al nuovo prefetto per programmare con le forze dell’ordine un’attività di presidio sul territorio che per una piccola comunità come Maccastorna è assolutamente importante».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola lunedì 15

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.