Ladri di uova in parrocchia, ma i militari li scoprono
Anche le uova di cioccolato nel mirino (foto archivio)

Ospedaletto: ladri di uova di Pasqua in parrocchia

Due gli autori denunciati per il tentato furto

Spariscono le uova di Pasqua dalla casa parrocchiale di Ospedaletto Lodigiano, i carabinieri di Orio Litta guidati dal luogotenente Osvaldo Niglio riescono a risalire agli autori del tentato furto: sono il 36enne B.M., residente a Ospedaletto Lodigiano, pluripregiudicato, nullafacente e tossicodipendente; e il 19enne G.A., residente a Cavenago d’Adda, anch’egli nullafacente.

L’accusa per entrambi è di tentato furto perché dopo aver sottratto dieci uova di Pasqua i due malintenzionati le hanno abbandonate inspiegabilmente all’esterno dell’oratorio. Il fatto risale a martedì 9 aprile quando intorno alle 20 i complici si sono intrufolati nella casa del parroco e hanno preso i dolci pasquali, salvo poi liberarsene subito dopo. Con ogni probabilità l’intenzione era di trovare qualcosa di più prezioso su cui mettere le mani, qualcosa che non è stato evidentemente trovato, facendo ripiegare sulle uova di cioccolato che poi però sono state presto abbandonate.

Carabinieri

Un’azione incomprensibile, così come l’intrusione compiuta dagli stessi autori nella medesima circostanza nei locali dell’oratorio di Ospedaletto, dove i due complici sono riusciti a entrare forzando la porta d’ingresso. Un’azione che come detto non ha portato nemmeno “frutto” visto che i responsabili se ne sono dovuti andare quasi a mani vuote.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola lunedì 15

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.