Regnano prostituzione e incuria: «Serve la Zona a traffico limitato»
Un’auto abbandonata in zona, oggetto di attenzioni di tipo “artistico”

Prostituzione e incuria, Vizzolo vuole blindarsi

Gli abitanti della zona artigianale assediata dal degrado: «Serve la Zona a traffico limitato»

Prostituzione, degrado, vandalismi. In una parola: insicurezza. È il sentimento sempre più spiacevole che attanaglia Vizzolo Predabissi, in particolare i residenti dell’area artigianale e industriale ai lati della via Emilia. Che esasperati dall’escalation di episodi sinistri scendono in campo per rilanciare l’ipotesi di creare una Zona a traffico limitato: «Solo così porremo un argine al fenomeno».

«Con le case che sorgono a pochi metri dalla via Emilia, sono numerosi i disagi per la nostra zona legati sia alla sicurezza sia al decoro - sono sbottati i residenti, appoggiati nella loro battaglia dal comitato vizzolese per la tutela del territorio (Tilt) e quello della Pallavicina a Melegnano-: qualche settimana fa è andata tra l’altro bruciata una macchina che, in attesa di essere rimossa, nelle notti scorse è stata abbellita con una serie di disegni colorati». Lanciata una petizione che nel giro di pochi giorni ha raccolto una cinquantina di adesioni, i residenti dell’area artigianale hanno quindi incontrato il commissario prefettizio per chiedere l’istituzione di una Zona a traffico limitato.

Lucciole sulla Binasca a Melegnano: anche vicino a Vizzolo i problemi non mancano

La proposta è ovviamente estesa anche ai candidati sindaco per le prossime elezioni. «A nostro avviso è l’unica soluzione per fare fronte all’emergenza - ribadiscono i promotori -. Con il passaggio riservato esclusivamente agli abitanti e ai veicoli autorizzati, eviteremmo il continuo via vai di mezzi soprattutto durante le ore notturne, che è fonte di non pochi disagi per l’area artigianale di Vizzolo. Accogliamo quindi con piacere l’apertura del commissario prefettizio, che ha avviato le pratiche per verificare la fattibilità di una soluzione di questo tipo».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 12 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.