Fondo anti crisi ”depennato”: «La giunta pensa prima ai concerti»
Nel Broletto si consuma una nuova polemica, stavolta sui fondi anti crisi

Lodi, fondo anti crisi “depennato”: «La giunta pensa prima ai concerti»

Pd e Lodi civica: «Subito 24mila euro, basta prelevarli dal capitolo eventi»

Greta Boni

«Per questa giunta sono più importanti i concerti che il sostegno ai disoccupati». L’opposizione del Broletto attacca l’amministrazione Casanova-Maggi per l’azzeramento del fondo anti crisi, destinato ai giovani disoccupati che non possono usufruire di altri ammortizzatori sociali.

Simonetta Pozzoli

«Il sussidio prevedeva nel 2018 una cifra di 300 euro al mese per quattro mesi - spiega Simonetta Pozzoli, consigliere comunale Pd -, ma per il 2019 il bilancio welfare del Comune prevede... zero. Quando lo abbiamo fatto notare, ci è stato detto che i fondi potevano essere stanziati a luglio, attraverso una variazione di bilancio. Abbiamo proposto alla maggioranza di non aspettare e di stanziare subito 24mila euro, contro i 30mila dell’anno scorso, attraverso un ordine del giorno abbiamo chiesto di “prelevare” questa somma da quella prevista per le manifestazioni culturali». La proposta è stata bocciata.

«Va sottolineato che il fondo anti crisi non è una misura meramente assistenziale - continua Pozzoli -, chi riceve il contributo può volontariamente mettersi a disposizione per servizi di pubblica utilità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.