Tari, lo sconto alle imprese lo pagheranno i cittadini
La sede del comune di Codogno

Tari, lo sconto alle imprese lo pagheranno i cittadini

Codogno, scoppia la polemica. Il Pd critico: «Costi in aumento»

Andrea Bagatta

Lo sconto della tassa rifiuti alle aziende di Codogno lo pagano i cittadini. Per non aumentare le tariffe della Tari l’amministrazione recupera 160mila euro dalla fiscalità generale, salta l’abbassamento dell’addizionale Irpef e ci sono tagli ad altre voci di spesa, ma l’assessore Mara Fontanella assicura: «Si è lavorato solo sulle riduzioni delle spese in modo più oculato limando dove si poteva limare». Ma intanto è stato tolto il blocco del 4 per cento come limite massimo d’intervento del Comune dai conti generali per trasferirli a copertura della tassa rifiuti, per l’opposizione «campanello d’allarme per il futuro».

L’assessore Fontanella

La tassa rifiuti prevede una copertura del 100 per cento del piano economico finanziario della Tari, elaborato da Asm per conto del Comune. Il quadro economico quest’anno è cresciuto di 160mila euro. Per mantenere le tariffe inalterate, l’amministrazione ha dunque racimolato 160mila euro dal bilancio generale e le ha messe sulla tassa rifiuti.

«Ma queste sono risorse che derivano dalla fiscalità generale, cioè da tutti i cittadini – attacca Patrizia Baffi del Pd -. Bene che non aumenti la tassa rifiuti, ma quei soldi vengono presi dalle tasche dei i cittadini. Poi l’amministrazione fa la scelta politica di tenerli sulla tassa rifiuti a vantaggio delle imprese. È una scelta, condivisibile o meno, ma è anche un elemento di preoccupazione perché la tendenza nei prossimi anni è quella dell’aumento dei costi, per esempio per lo smaltimento, che incide però solo per 30mila euro. Il resto deriva dalla gestione di Asm. Già quest’anno si pesca dalle tasche dei i cittadini per tenere ferme le tariffe abbassate alle imprese, per il futuro c’è preoccupazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.