Lodi, consiglio fiume sul bilancio: niente sconti dall’opposizione
La sede del Comune di Lodi

Lodi, consiglio fiume sul bilancio: niente sconti dall’opposizione

Il Pd: «La vostra è un’idea di città chiusa»

Lodi

Consiglio comunale fiume ieri in Broletto, dalle 18 fino alle 4 del mattino si è discusso di bilancio. Bocciata dall’opposizione la politica culturale del Comune, ma anche i “ritocchi” al welfare, la politica su ambiente e partecipate e, più in generale, l’idea di città della giunta a guida Casanova-Maggi.

Critiche da parte di tutti i consiglieri dopo la relazione del sindaco Sara Casanova. Laura Tagliaferri (Pd): «La vostra è un’idea di città chiusa, dal punto di vista sociale ma anche culturale», mentre Francesco Milanesi (Lodi civica), «ciò che manca è il guardare avanti».

Respinti tutti gli emendamenti presentati dalla minoranza, compresa la richiesta di destinare risorse al Piano di azione per l’energia sostenibile. «Erano idee di buon senso - commenta amareggiato Andrea Furegato (Pd) -, per quel che mi riguarda, di fronte alla mobilitazione dei cittadini a favore dell’ambiente, la vedo come una presa in giro».

La maggioranza ha difeso le sue scelte attraverso l’intervento di diversi consiglieri, ricordando le numerose difficoltà ereditate in Broletto.

Leggi l’approfondimento sull’edizione del «Cittadino» in edicola giovedì 28 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.