Lodi dichiara guerra ai “vunciòn”: oltre 400 multe per la differenziata
Uno degli ultimi casi di abbandono di rifiuti a Lodi

Lodi dichiara guerra ai “vunciòn”: oltre 400 multe per la differenziata

È pioggia di sanzioni per gli abusivi della raccolta dei rifiuti

Il Broletto dichiara guerra ai “vunciòn”. Dopo il via alla campagna in dialetto lodigiano contro gli abbandoni di rifiuti, è pioggia di sanzioni per gli abusivi della differenziata. I dati sulle multe sono state presentate dall’assessore all’ambiente Alberto Tarchini: «Nel corso del 2018 sono state elevate complessivamente 408 sanzioni per comportamenti scorretti legati all’igiene urbana».

L’esponente della giunta Casanova aggiunge: «L’attività dei tutor di Linea gestioni, concordemente con gli indirizzi impartiti dall’amministrazione comunale, è stata rivolta principalmente all’accertamento delle infrazioni legate all’abbandono dei rifiuti su suolo pubblico, all’utilizzo improprio dei cestini stradali, ma anche alla verifica delle esposizioni ed alla corretta differenziazione delle frazioni di rifiuto, con un’attenzione particolare al contenuto della frazione secca indifferenziata. I riferimenti normativi sono rappresentati dai vigenti regolamenti comunali in materia di igiene urbana e polizia urbana e prevedono, per ciascuna delle casistiche menzionate, sanzioni dai 50 ai 300 euro».

Lodi. da sinistra l’assessore Tarchini con il sindaco Casanova

Come riportato anche dall’esponente della Lega Eleonora Ferri un contributo ad individuare le discariche abusivi a Lodi è arrivato anche 1safe, l’applicazione per telefoni cellulari promossa dal Broletto per garantire maggiore sicurezza. «Le segnalazioni di abbandono rifiuti, promosse in tempo reale dai cittadini, tramite applicazione 1safe nell’anno 2018, nel periodo compreso tra il 1° agosto e il 31 dicembre , ha portato ad un numero pari a 202 segnalazioni. Nell’ anno 2019 nel periodo tra il 1° gennaio ad oggi le segnalazioni sono state 51», riferisce Ferri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.