Il centrodestra punta su Delmiglio: «È arrivata l’ora che Casale cambi»
Elia Delmiglio ha 25 anni ma è un militante di vecchia data della Lega

Casale verso il voto, il centrodestra punta sul leghista Elia Delmiglio

Il 25enne consigliere comunale del Carroccio è il candidato sindaco

La decisione è presa: il candidato sindaco del centrodestra unito, a Casale, è Elia Delmiglio. Il 25enne consigliere comunale della Lega, militante di vecchia data, è stato scelto dopo un lungo testa a testa con l’ex sindaco Flavio Parmesani. A sostenere Delmiglio, che corre con la lista “Casale che cambia con Delmiglio”, ci sono cinque gruppi: la Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, presenti con i rispettivi segretari provinciali Claudio Bariselli, Oscar Fondi e Gianmario Invernizzi, la Civica Casale Popolare rappresentata ieri da Valerio Pellegrini, il gruppo civico Casale Ideale, emanazione del gruppo regionale Lombardia Ideale scesa in campo l’anno scorso per il governatore Attilio Fontana, ieri sera rappresentata dal consigliere regionale Giacomo Cosentino.

La presentazione ufficiale è avvenuta venerdì sera di fronte a un nutrito gruppo di supporter e con tutto lo stato maggiore leghista schierato, dall’onorevole Guido Guidesi al senatore Luigi Augussori, passando per l’assessore regionale Pietro Foroni, il consigliere regionale Selene Pravettoni, il presidente della Provincia Francesco Passerini, l’onorevole di Forza Italia Claudio Pedrazzini.

«Con l’ufficialità della candidatura parte formalmente una campagna elettorale che parte però da lontano, questo inizio con tante persone è molto positivo. È ora che Casale cambi», le parole di saluto di Claudio Bariselli e di Oscar Fondi.

«La coesione di tutto il centrodestra è un elemento importante, la vicinanza di tanti cittadini in queste settimane è uno stimolo per migliorarsi per la città – ha detto il candidato sindaco tracciando la rotta -. È un percorso ambizioso ma che non fa paura, perché amiamo Casale e le sue frazioni, e vogliamo che Casale cambi. Vogliamo una Casale più sicura, più bella e più viva, senza dimenticare alcune sfide decisive, alcune in arrivo come la tangenziale altre per cui ci prendiamo l’impegno come la riduzione dell’oppressione fiscale locale e un piano delle opere urbane che non lasci indietro niente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.