Tari, dilazioni fino a 5 anni per i commercianti tartassati
La sede del comune di Melegnano

Tari, dilazioni fino a cinque anni per i commercianti tartassati

Melegnano, la proposta della giunta in discussione lunedì in aula

Tre anni per gli importi sopra i 10mila euro e cinque per quelli sopra i 50mila: dopo le polemiche sulle maxi-bollette della Tari, arrivano le dilazioni sul fronte dei pagamenti. La conferma è arrivata dal sindaco Rodolfo Bertoli e dall’assessore al bilancio Marco Pietrabissa nella commissione bilancio di martedì sera.

«Gli avvisi di accertamento sul fronte della Tari si basano sul regolamento varato nel 2014 dalla passata amministrazione, su cui non è possibile mettere mano in modo retroattivo - chiariscono gli amministratori -. Viste le cifre in alcuni casi importanti a carico delle famiglie e soprattutto delle attività produttive, abbiamo modificato il regolamento delle entrate tributarie per allungare i tempi di pagamento rispetto al termine iniziale fissato in un anno».

Ad oggi sono nell’ordine dei 660 gli avvisi per un totale di 2 milioni di euro, che riguardano la Tares 2013 e la Tari tra il 2014 e il 2017. Per bar e ristoranti le somme hanno raggiunto importi esorbitanti: la storica osteria Portone si è vista chiedere addirittura 180mila euro.

La Confcommercio di Melegnano ha contestato il fatto che, dopo aver versato il dovuto per gli spazi in cui si svolge l’attività, i negozianti debbano pagare pure le pertinenze (depositi, magazzini, uffici e cantine) senza alcun tipo di differenziazione di aliquota.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.