Molino Torretta, ultimo appello: «Fra dieci anni non esisterà più»
Lo scheletro del Molino Torretta(foto gentilmente concessa da Massimo Molteni)

San Giuliano, appello di Italia nostra per Molino Torretta

Ultima chiamata per mobilitare la comunità e salvare un patrimonio che cade a pezzi

Italia Nostra lancia un appello a privati, enti, associazioni e istituzioni per il recupero di una testimonianza che in base agli storici potrebbe risalire a poco dopo l’anno 1000 e che rischia di sparire: «L’antichissimo Molino Torretta nell’arco di una decina d’anni sarà un cumulo di macerie» spiegano dall’associazione. Appartenente allo stesso proprietario del borgo di Viboldone, il mulino è ormai in condizioni di degrado, ma con i fondi necessari potrebbe essere ancora recuperato.

La presidente di Italia Nostra per il Sudmilano Cristiana Amoruso spiega che gli sforzi sono stati fatti e l’impegno resta alto, ma le difficoltà sono tante. «Abbiamo effettuato alcuni sopralluoghi con l’architetto che ha restaurato il mulino di Chiaravalle - rivela -il quale è rimasto sorpreso dalla bellezza di questa struttura che potrebbe essere stata la prima casa degli Umiliati a fianco della quale sarebbe stato poi realizzato il mulino».
Prosegue: «Abbiamo già avuto diversi incontri con la proprietà e al tempo stesso c’è una bozza di progetto pensato con il Wwf che parte dalla riqualificazione di tutta l’area circostante».

Nei giorni scorsi si è recato sul posto il consigliere di Sel Massimo Molteni che ha scattato anche qualche foto dell’antico manufatto che si specchia nella roggia Vettabbia. «Quando tra il 1998 e il 1999 ero assessore - ricorda - come giunta avevamo mosso alcuni passi per l’acquisizione, ma il consiglio comunale di allora decise di non proseguire. All’epoca l’acqua era maleodorante, ma oggi, con il depuratore di Nosedo in funzione, Molino Torretta è diventata una perla dimenticata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.