San Colombano, si torna a sparare ai cinghiali in collina
Il cartello di avviso in occasione della battuta di caccia

San Colombano, si torna a sparare ai cinghiali in collina

Questa mattina la battuta di caccia: abbattuta una femmina

Si torna a sparare al cinghiale in collina. Questa mattina una decina di Guardie Venatorie Volontarie e agenti di polizia locale della Città Metropolitana di Milano hanno organizzato una battuta per intercettare e abbattere i cinghiali sul versante est della collina di San Colombano.

L’operazione è iniziata attorno alle 9 con il supporto della polizia locale di San Colombano, a regolare e rallentare il traffico sulla strada provinciale 23 Pedecollinare, arteria esposta a una possibile fuga di cinghiali dall’area dello sparo. Sono stati intercettati due gruppi di ungulati, e c’è stato almeno un abbattimento.

Il cinghiale abbattuto

L’attività è la prima dall’estate scorsa, quando le operazioni furono interrotte per le ambiguità normative che non davano indicazioni certe sulle modalità. Dopo l’incidente causato in autostrada A1 tra Borghetto e Livraga a inizio anno, nel quale era rimasto ucciso un ragazzo emiliano, il dibattito sulla necessità di una modifica normativa si è riacceso, e Regione Lombardia aveva individuato di nuovo l’area di San Colombano per la selezione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.