Case dell’acqua, oltre 1 milione di litri “spillati” in un biennio

Case dell’acqua, un successo che fa bene all’ambiente

Oltre 1 milione di litri spillati a Lodi nell’ultimo biennio, con grande risparmio di plastica

Più di un milione di litri erogati, solo negli ultimi due anni. Perché naturale o gassata, “loro blu” delle Case dell’Acqua piace sempre di più. E assieme a questo imponente numero, il servizio gestito a Lodi dalla società Stop&Go del gruppo Argenta di Peschiera Borromeo fa sorridere anche l’ambiente. Perché i fiumi di acqua ritirati nelle “casette” sul capoluogo equivalgono anche a un “risparmio” di 883mila bottigliette in plastica.

Il progetto delle case dell’acqua era stato promosso dal Comune di Lodi. Il primo chiosco inaugurato in collaborazione con l’azienda Sal era stato quello di via Tortini, in zona San Fereolo, nel 2012. Da allora i distributori in città sono quattro: oltre a quello di via Tortini, oggi sono in funzione anche quelli di via Cavallotti (a Campo di Marte), in viale Piacenza (a San Bernardo) e in via Lodivecchio (alle Fanfani). I rubinetti sono dotati di tecnologie di controllo e sistemi di filtrazione dell’acqua, e oltre all’acqua è possibile trovare snack e merendine. Un autentico successo: i 1.325.307 litri di acqua erogati dal 2017 a oggi hanno permesso di ridurre l’utilizzo di 26,5 tonnellate di plastica ed evitando di diffondere 271,7 tonnellate di CO2 nell’aria.

La casa dell’acqua in viale Piacenza

Insomma: un servizio di successo che fa doppiamente bene alla salute, e che riempie di soddisfazione anche l’amministrazione comunale: «Il presidio offerto dalle quattro case dell’acqua è sicuramente molto positivo - commenta l’assessore all’ambiente Alberto Tarchini -, non solo perché offrono un buon servizio ai cittadini, ma anche perché consentono una significativa riduzione del numero di bottiglie di plastica in circolazione, nel solco di un processo virtuoso che implica meno imballaggi, minor impiego di energia e minori emissioni di CO2, con un beneficio ambientale notevole. La sfida sarà quella di cercare di garantire una maggiore accessibilità al servizio, aumentando i punti di distribuzione sul territorio cittadino». Prosit!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.