Madonnino a rischio demolizione, il Comune assicura: «Lo salveremo»
La Madonna Pellegrina di Zorlesco rientra nell’area di cantiere dell’Anas

Madonnino a rischio demolizione, il Comune assicura: «Lo salveremo»

Casale, l’intervento di Concordati dopo l’allarme lanciato dai residenti di Zorlesco in merito alla realizzazione della nuova tangenziale

Andrea Bagatta

La tangenziale vorrebbe “mangiarsi” il Madonnino di Zorlesco all’incrocio con la provinciale 141 per Brembio, ma il Comune studia già un modo per salvarlo: «Chiederemo non sia toccato, e comunque siamo pronti a prenderlo in blocco e spostarlo per salvarlo». L’allarme è scattato per la segnalazione di alcuni residenti nell’area, che erano stati informati dai tecnici Anas che il Madonnino sarebbe stato abbattuto nell’ambito dei lavori per la tangenziale.

Effettivamente, il piccolo edificio all’incrocio con la strada provinciale 141 per Brembio è ampiamente dentro il limite segnato dai picchetti nel terreno. In realtà qui non passa la variante della via Emilia, secondo i disegni, ma nell’ambito della viabilità secondaria da ridisegnare per gli accessi alla tangenziale e i collegamenti extraurbani sarà realizzata proprio in questo punto una nuova rotatoria. Così il piccolo edificio della Madonna Pellegrina, costruito nel 1949, sarebbe a rischio abbattimento.

«I cittadini di Zorlesco hanno una particolare attenzione per questo luogo – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Luca Canova -. Non abbiamo però informazioni dettagliate sulla destinazione di quella piccola superficie».

L’assessore Canova

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.