Le nutrie non saranno sterminate: al via un piano di sterilizzazione
Nutrie nei campi di San Giuliano: si pensa si sterilizzare i capi selvatici

Le nutrie non saranno sterminate: al via un piano di sterilizzazione

San Giuliano, un progetto a costo zero che dovrebbe permettere di contenere i roditori

Giulia Cerboni

Niente spari sulle nutrie: la battaglia contro i roditori a San Giuliano si baserà su un sistema sperimentale, ideato e promosso dal biologo Samuele Venturini, che ha già testato con successo il proprio metodo in diversi comuni d’Italia. Il progetto decollerà tra marzo e aprile in un’area circoscritta della frazione di Zivido che è popolata da nutrie, che verranno prelevate, sia i maschie che le femmine, per essere portate in un ambulatorio veterinario dove verranno sterilizzate in modo indolore. Dopodiché le nutrie provenenti da San Giuliano saranno nuovamente liberate nel loro habitat per essere tenute sotto osservazione.

Sul territorio interverrà così il ricercatore e biologo, presidente dell’associazione Mi-Fa Onlus, impegnato nella tutela dell’ambiente, il quale ha anche postato dei filmati su Internet con la nutria “addomesticata” che ospita a casa propria. Il suo sistema Venturini lo ha già messo in pratica in più comuni tra i quali quello di Buccinasco dove ha rivestito la carica da assessore e dove per lungo tempo ha studiato il comportamento dei roditori dei quali conosce ormai a fondo le abitudini. I preparativi sono già iniziati e l’amministrazione di Marco Segala deve solo definire la zona di Zivido dove interverrà Venturini per dimostrare che si può intervenire senza l’impiego di armi da fuoco, in un clima di convivenza tra uomo e natura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.