Tavazzano e Casalmaiocco “in rete” per aiutare le famiglie di Modignano
Referenti delle associazioni impegnate per le famiglie di Modignano con il simbolo scelto per il progetto: la fenice

Tavazzano e Casalmaiocco “in rete” per aiutare le famiglie sfollate di Modignano

Un progetto dopo il rogo che ha devastato le abitazioni nella frazione

Tavazzano

Il simbolo scelto è quello dell’araba fenice. Perché è dalle ceneri rimaste dopo il rogo di Modignano che oggi si parte per regalare una nuova vita alle sei famiglie sfollate. Nasce una rete di solidarietà tra Tavazzano e Casalmaiocco, un comitato di associazioni per raccogliere fondi con il nome di “La Fenice – Insieme per Modignano”. Tra i promotori, anche Operazione Ricominciamo, già attiva nel sostegno di vittime di calamità naturali, in questo caso coinvolta direttamente, dato che la vice presidente Ramona Moro è tra gli sfollati di Modignano.

«Siamo qui per dare una mano nel concreto a sei famiglie colpite da una tragedia – spiega Giovanna Vignati della Banca del Tempo - : con il passaparola ci è venuta questa idea di unirci, perché al di là delle parole di sostegno, servono fondi per ripartire». «Con Operazione Ricominciamo portiamo aiuto alle zone terremotate, dalle Marche ad Amatrice, e proprio nelle Marche si sono già attivate persone per una raccolta fondi per Modignano – racconta Virgilio Accetta - : il nostro auspicio è che prima possibile queste sei famiglie tornino a una vita normale».

I danni causati dall’incendio

Tante le proposte delle associazioni di Tavazzano (Asd Tennis Club, Amici di Alby, Banca del Tempo, Comitato Soci Coop, Dance Arts School, Federcaccia, Gruppo Podistico, I Matt’Attori di Caty, Inter Club Cipe, Pro Loco) e di Casalmaiocco (Aiuta il tuo prossimo, Federcaccia, Operazione Ricominciamo, Gruppo di Acquisto Solidale Gasalmaiocco e Gruppo Agesci Scout), che confluiranno in un calendario-eventi. Intanto già il Carnevale di Casalmaiocco, il prossimo 3 marzo, sarà concentrato sulla raccolta fondi.

Il comitato opererà su due fronti: la raccolta di fondi tramite l’Iban di Operazione Ricominciamo IT50F0200833380000105016857, inserendo nella causale “La Fenice, Insieme per Modignano”) e l’organizzazione di eventi per raccogliere così ulteriori risorse. «Mi sono rimasti solo un’asciugatrice e un frigorifero e da sfollata vi dico che in una situazione come questa ci si sente fragili e soli – ha detto Ramona Moro ai rappresentanti delle associazioni, mercoledì sera, nel centro civico di Tavazzano - : dal punto di vista morale, questa mobilitazione ci sta aiutando tantissimo».

Leggi l’approfondimento sull’edizione del «Cittadino» in edicola venerdì 22 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.