Boom di residenti per Melegnano e i suoi “satelliti”
Melegnano, uno scorcio

Popolazione, solo Melegnano non smette di crescere

Boom di residenti per la città e per i centri “satellite” di Vizzolo Predabissi e Cerro al Lambro

Anagrafe 2018 col freno a mano tirato per il circondario esterno melegnanese: la popolazione cresce solo a Vizzolo Predabissi e Cerro al Lambro, realtà di “quartiere esterno” rispetto alla città medicea. In flessione la cerchia di municipi leggermente più distanti: Carpiano, San Zenone, Dresano e Colturano. Non è una novità portata dal 2018 il ristagno delle anagrafi nella corona di Comuni che insiste su Melegnano come perno commerciale e di servizi.

La città del castello Mediceo all’ultimo dato Istat, 30 settembre 2018, aveva 18.201 residenti. La progressione segna 15.761 abitanti al termine del 2001, 16.313 a fine 2006, 17.756 al 31 dicembre 2011; 17.940 all’inizio del 2017 fino a oggi.

Concorrono al fenomeno soprattutto l’immigrazione dall’estero e la mobilità di famiglie che, pur confermando l’opzione di vivere fuori Milano città, privilegiano un centro medio rispetto a quelli sparsi.

l saldo naturale di natalità non ha inciso più di tanto, in quanto Melegnano sia pure meno di venti anni fa resta un comune piuttosto “senior” come piramide anagrafica. In un raggio di cinque chilometri attorno tutti, nel corso del 2018, hanno frenato tranne i due Comuni più interni a questa circonferenza: Cerro al Lambro e Vizzolo. Quindi quelli che rispetto a Melegnano hanno quasi una continuità urbanistica, particolarmente forte per Riozzo, indistinguibile dai quartieri melegnanesi Cipes e Giardino. Cerro è arrivato al termine dell’anno scorso a 5.127 residenti, aggiungendo ai 5.084 di dodici mesi prima un incremento di 43 unità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.