Fuga a 180 orari lungo la Binasca: seminano il panico e li arrestano
Inseguimento lungo la Binasca

Fuga a 180 orari lungo la Binasca: seminano il panico e li arrestano

Inseguimento a velocità folle fino a Rogoredo per due pusher marocchini

Seminano il panico sulla Binasca e in tangenziale dopo una folle corsa, terminata solo a seguito di un incidente stradale. Nel pomeriggio di sabato due marocchini si sono lanciati in una folle corsa sul filo dei 180 chilometri orari da Carpiano al boschetto della droga di Rogoredo per cercare rifugio, ma sono stati arrestati: il conducente E. R. M. è stato subito arrestato, mentre il passeggero J. A., 23 anni, è stato rintracciato sul ponte di San Donato.

Durante il servizio l’equipaggio dell’Arma ha notato una Honda Civic con a bordo due nordafricani, ma quando è stata alzata la paletta per intimare l’alt, il veicolo invece di rallentare è schizzato via a tutta velocità verso la Binasca. Ne è scaturito un inseguimento che si è protratto per decine di minuti tra manovre ad alto rischio, sorpassi e rotonde prese contromano. Ciononostante i carabinieri, che erano a bordo di una delle nuove macchine in uso (una Alfa Giulietta), sono riusciti a rimanere incollati ai fuggitivi fino alle porte di Milano, dove la Civic ha letteralmente staccato gli specchietti di alcune auto in sosta e provocato vari danni a mezzi e strutture stradali.

Alla fine, sotto pressione, hanno speronato una vettura infilando in senso opposto il rondò di via Sant’Arialdo. Mentre sono stati allertati i soccorsi per prestare le prime cure a una donna e un uomo intrappolati nella propria auto dopo l’incidente, i carabinieri sono intervenuti per bloccare i due nordafricani che hanno tentato la fuga a piedi. Uno è riuscito a sparire, l’altro è stato bloccato e ha aggredito il militare che gli sbarrava la strada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.