Giornata storica a Marudo: posata la prima pietra del nuovo campanile
Monsignor Malvestiti con il parroco don Granata

Giornata storica a Marudo: posata la prima pietra del nuovo campanile

Dopo decenni di attesa, l’importante momento è avvenuto nel contesto della visita pastorale del Vescovo Maurizio

La Visita Pastorale a Marudo segna un momento doppiamente importante per la comunità: ieri mattina, infatti, il vescovo Maurizio ha simbolicamente posato la prima pietra della torre campanaria, che sarà finalmente ricostruita dopo il rovinoso crollo della vecchia struttura, avvenuto quarant’anni fa.

Per l’occasione, erano presenti oltre naturalmente al vescovo Maurizio e al parroco don Carlo Granata, anche una nutrita schiera di cittadini e i rappresentanti delle istituzioni civili e militari locali e nazionali. Nel cortile dell’oratorio, dove sorgerà il campanile, c’erano infatti il sindaco Claudio Bariselli con l’amministrazione comunale, il sottosegretario Guido Guidesi e i parlamentari Luigi Augussori e Lorenzo Guerini, l’assessore regionale Pietro Foroni con le consigliere Selene Pravettoni e Patrizia Baffi, i rappresentanti della Fondazione Comunitaria e Cariplo, i rappresentanti della prefettura e delle forze dell’ordine.

L’incontro con il vescovo Maurizio è iniziato, alle ore 10, con la Santa Messa di apertura della Visita Pastorale: la posa della prima pietra del campanile è avvenuta nel cortile dell’oratorio al termine della funzione. Infine, sempre in mattinata, il vescovo è stato ospitato in municipio, per il consueto momento di incontro con le autorità civili del comune, per ribadire la volontà di lavorare all’unisono, benché nel rispetto degli ambiti d’azione, come comunità civile e comunità ecclesiale per il bene dei cittadini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.