Scritte razziste sul muro di casa: la famiglia Pozzi ieri in Comune
Il sindaco Bertoli tra Paolo Pozzi e Angela Bedoni

Melegnano, il sindaco accoglie la famiglia bersaglio di insulti razzisti

I genitori adottivi di Bakary a colloquio a palazzo Broletto con Rodolfo Bertoli e i carabinieri che hanno offerto la loro solidarietà

.

La solidarietà del sindaco alla famiglia oggetto di insulti razzisti. Il primo cittadino di Melegnano Rodolfo Bertoli ha accolto a Palazzo Broletto, Paolo Pozzi e Angela Bedoni, i genitori adottivi di Bakary, 21enne senegalese promessa dell’atletica, che nei giorni scorsi si erano visti insultare da alcune scritte di tono razzista apparse sui muri davanti alla loro abitazione. Martedì il caso arriverà sui banchi del consiglio comunale.

«Ho ricevuto la telefonata del prefetto di Milano Saccone che, a nome delle istituzioni dello Stato, da un lato condanna il grave episodio di razzismo e dall’altro esprime la massima solidarietà alla famiglia Pozzi - ha affermato Bertoli -. In questi giorni poi è arrivata la presa di posizione unanime di tutte le forze politiche presenti in città. A nome dell’intera comunità locale, invitiamo la famiglia Pozzi al consiglio comunale di martedì, in apertura del quale discuteremo della questione in sede istituzionale. Tutto questo per ribadire un secco no al razzismo in tutte le sue forme: in futuro, poi, non escludiamo un consiglio comunale aperto per trattare l’argomento più in generale».

Rimarcando la necessità di lavorare più a fondo a livello educativo, i genitori del giovane senegalese non hanno nascosto l’amarezza e la sorpresa per il deprecabile episodio: «Non comprendiamo il motivo di un gesto simile - hanno ribadito nell’incontro a palazzo Broletto Paolo Pozzi e Angela Bedoni -. Timido e rispettoso, Bakary è un ragazzo che si fa voler bene, non ha mai litigato con nessuno. È stato un fulmine a ciel sereno». Per dare voce al dissenso della società civile verso l’ignobile gesto, gli assessori Maria Luisa Ravarini e Roberta Salvaderi hanno lanciato l’idea di promuovere in città una manifestazione contro il razzismo.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 15 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.