Torna la salma del clochard trovato morto all’ex discoteca
I carabinieri continuano a pattugliare l’area dell’ex discoteca Majorca

Torna a Codogno la salma del clochard trovato morto all’ex discoteca

Per il suo decesso avvenuto a fine gennaio è indagato un altro senzatetto

Andrea Bagatta

Torna oggi per l’ultima volta a Codogno Graziano Cappato, il clochard morto all’interno dell’ex discoteca Majorca a fine gennaio, per il cui omicidio è indagato il codognese senza fissa dimora Biagio “Marco” Trezza. La salma arriverà nel pomeriggio dall’Istituto di Medicina legale di Pavia, dove si è tenuta nei giorni scorsi l’autopsia, direttamente al cimitero cittadino, dove sarà inumato dopo la benedizione. A farsi carico dei costi del funerale è il Comune di Codogno, dal momento che nessuno ha reclamato la salma né è stato possibile individuare parenti del clochard milanese.

Graziano Cappato del resto non aveva una residenza conosciuta da tantissimo tempo. L’ultimo e unico indirizzo noto conduce direttamente al dormitorio Caritas Ambrosiana vicino l’Università Statale. Lì risulta formalmente dal 1980 al 2016, quando se ne persero del tutto le tracce.

Forse anche Graziano era un clochard dei treni, come tanti altri, e cercava riparo sui convogli della tratta Milano-Bologna, fermandosi di tanto in tanto in qualche città toccata dalla linea ferroviaria. Dal 1995 al 2002 aveva abitato a Valera Fratta, ospite di una famiglia che poi si è a sua volta trasferita, quindi dal 2005 per un paio d’anni sue tracce si erano avute in provincia di Cremona, a San Giovanni in Croce e nei paesi limitrofi.

Una vita da sbandato, però, senza punti di riferimento, né parenti noti. Così è il Comune dove l’uomo è morto a farsi carico del funerale. Gli uffici hanno già provveduto allo stanziamento di 600 euro alle Onoranze funebri Marni di Casale. La salma di Graziano Cappato arriverà nel pomeriggio direttamente al cimitero, dove poi sarà benedetta e sepolta nella terra, nel terzo campo, già oggi se tutti i documenti saranno in ordine, oppure domani al più tardi.

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.