Controlli antidroga al parco delle Caselle

Lodi, controlli antidroga al parco delle Caselle

Non si fermano i blitz della questura in una delle aree più sensibili della città

I controlli antidroga della questura di Lodi in città sono arrivati nel fine settimana al parco delle Caselle. Qui si sono presentate le volanti domenica pomeriggio per un controllo dei ragazzi presenti. Si tratta infatti di una delle aree “sensibili” della città (assieme al terminal bus, al lungo Adda e ad alcuni altri parchi pubblici) per lo spaccio e il consumo si stupefacenti fra i più giovani, e che per questo viene tenuta sotto controllo da parte delle forze dell’ordine.

Quando gli agenti sono entrati nell’area verde, alle spalle dell’istituto Gandini di viale Giovanni XXIII, c’erano alcuni ragazzi vicino alle panchine, che sono stati avvicinati e controllati.

Solo uno di loro è stato trovato in possesso di alcuni grammi di marijuana, una quantità considerata per uso personale. Per questo è stato segnalato come “assuntore” alla prefettura, in base all’articolo 75 della legge sugli stupefacenti, mentre la droga è stata sequestrata.

Lui è un cittadino brasiliano di 20 anni, D.V. le iniziali, che dal controllo sul terminale della polizia è risultato privo di permesso di soggiorno e quindi irregolare in Italia. È stato quindi portato in questura e al termine degli accertamenti la sua “pratica” è stata inoltrata all’ufficio immigrazione per una valutazione e per decidere come procedere nei suoi confronti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.