Truffe alle slot machine, un business senza freni
Un giocatore davanti alla slot

Truffe alle slot machine, un business senza freni

Si moltiplicano nel Sudmilano gli episodi su macchinette svuotate con apparecchiature e trucchi hi-tech

Ladri o truffatori, che dir si voglia, sono degli autentici esperti di elettronica, capaci di sfidare gli ultimi aggiornamenti delle case costruttrici. È così che sempre più frequentemente le loro gesta salgono tristemente alla ribalta. Sono le organizzazioni che saccheggiando le slot machine, utilizzando metodi e tecnologie capaci di svuotare le macchinette illegalmente. E quello che per ogni giocatore onesto spesso resta un sogno irrealizzabile, per loro diventa un business che recentemente ha visto più di un episodio segnalato nel Sudmilano.

L’ultimo colpo risale alla scorsa settimana a San Giuliano Milanese. Ma episodi simili si erano registrati a Peschiera (dove i carabinieri nel 2013 avevano anche denunciato un cittadino cinese) e a Paullo. I modi per mandare in tilt i software delle slot sono diversi. Una tecnica è quella che sfrutta alcune app pirata su tablet e smartphone, ma funzionava però solo sulle slot più datate e che negli ultimi anni è quindi scomparsa. Per superare le protezioni delle più moderne sale gioco, l’ultima frontiera è divenuta quindi quella del “jammer”: un disturbatore in grado di generare impulsi che inibiscono le protezioni di slot e cambiamonete.

Quest’ultimo strumento è utilizzato soprattutto da bande albanesi, che lo costruiscono artigianalmente, per poi utilizzarlo nelle varie sale slot. Potrebbe essere il metodo utilizzato la scorsa settimana a San Giuliano, dove due cittadini dell’Est Europa hanno distratto la barista, mentre altri due sono entrati nella sala e sono usciti subito dopo con la “cassa” senza che nessuno si accorgesse di nulla. Oltre alle band dell’est Europa, secondo gli inquirenti anche la malavita cinese sarebbe particolarmente attiva e abile in questo campo di truffe.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 8 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.