Omicidio del Majorca, arrestato un 45enne
I carabinieri sul luogo dell’omicidio

Omicidio del Majorca, arrestato un 45enne

Nella notte il fermo dell’uomo, residente a Codogno, accusato dell’assassinio del senzatetto 60enne nella discoteca abbandonata

Carlo Catena

Un arresto nella notte per l’omicidio del senzatetto 60enne nella discoteca abbandonata Majorca di Codogno. I carabinieri hanno fermato un 45enne residente a Codogno.

L’uomo sottoposto a fermo di indiziato di delitto questa notte in relazione all’omicidio del senzatetto milanese Graziano Cappato, 60 anni, aveva trasformato un settore dell’ex discoteca Majorca di Codogno nella propria abitazione.

Era lì anche ieri sera quando sono arrivati i carabinieri che erano stati informati da un altro senzatetto riguardo alla presenza di un cadavere. Il 45enne Biagio T., ora in carcere, non è stato ancora in grado di ricostruire quanto accaduto e avrebbe anche risposto male ai militari quando ha capito che sarebbero scattate le manette. Il corpo giaceva sotto alcune tavole di cartongesso e immediatamente i carabinieri si erano resi conto che il volto era tumefatto, a conferma del sospetto che era nato fin dalle prime notizie sulla vicenda, quello di una morte violenta. La procura della Repubblica è stata immediatamente informata e dal comando provinciale di Lodi dell’Arma sono intervenuti anche gli specialisti del reparto operativo per i rilievi scientifici, assieme al sostituto procuratore Sara Zinone e al medico legale Maurizio Merlano dell’Università di Pavia.

«Le indagini non si fermano qui – precisa il procuratore della Repubblica di Lodi Domenico Chiaro -: non escludiamo ad esempio di ipotizzare anche l’occultamento di cadavere e l’aggravante dei futili motivi». Secondo le prime ipotesi investigative, il 45enne, che stamane ha incontrato l’avvocato d’ufficio ma non ha ancora formalmente parlato con gli inquirenti riguardo a quanto accaduto, tre o quattro giorni fa avrebbe litigato con il 60enne per motivi che devono ancora emergere, forse, banalmente, per un posto nell’ex discoteca che è quasi completamente ingombra di macerie e rottami.

Il comandante provinciale dei carabinieri colonnello Vittorio Carrara ricorda che i controlli nel locale abbandonato sono periodici e che mai si erano registrati all’interno episodi di violenza. L’interrogatorio di convalida potrebbe tenersi giovedì, alla luce delle prime risultanze dell’autopsia, che la procura ha chiesto di depositare al più presto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.