La zona laghi alza la voce: «Giunta nuova, ma nulla cambia»
Uno scorcio del parco nel quartiere “dei laghi”

La zona laghi alza la voce: «Giunta nuova, ma nulla cambia»

A Lodi la protesta dei residenti per la situazione di degrado del quartiere

I residenti della zona Laghi non sono affatto soddisfatti. «È cambiata l’amministrazione, ma noi non abbiamo visto un cambiamento. Anzi, degli interventi che avevamo chiesto... non c’è traccia di una risposta», così si sfoga un’abitante del quartiere, che preferisce restare anonima. In Comune erano state consegnate 500 firme, nella speranza di assistere a un’inversione di tendenza.

La scalinata nuova del Carmine in totale stato di abbandono

In questa zona uno dei punti cruciali è rappresentato dal parco, meta di bivacchi e spesso di frequentazioni non proprio raccomandabili, “disertato” dalle famiglie e dai più piccoli: «In realtà è tutto come prima, ci sono sempre all’interno le solite persone che bevono e che, soprattutto, ne approfittano per fare la pipì in giro», si lamentano dalle vie vicine. L’anno scorso sono intervenute anche le forze dell’ordine, per problemi legati alla normale convivenza: musica a tutto volume, alcol consumato per tutta la giornata e notti “movimentate”.

Un altro punto dolente è la scalinata nuova che porta a via Gorini, con la passerella ciclabile. «Per noi che abitiamo in zona Laghi - fanno presente gli abitanti - c’è un solo modo per raggiungere in tempi brevi il centro storico quando ci si sposta a piedi: la passerella che collega via Secondo Cremonesi a via Paolo Gorini. Si sono accorti che è tutta rotta?». Più passa il tempo, sottolineano i residenti del quartiere, più l’infrastruttura precipita nel degrado. Una situazione sotto gli occhi di tutti. «Era stato promesso un intervento di miglioramento, ma poi non si è visto». Non esiste più la porta automatica che ne regolava l’accesso, alcuni mattoni sono scomparsi, l’illuminazione è inesistente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.