Il dissuasore è troppo alto: «Si rischia di rovinare l’auto»
Il passaggio pedonale rialzato sull’ex via Emilia finisce sotto accusa

Tavazzano, il dissuasore è troppo alto: «Si rischia di rovinare l’auto»

Il consigliere di minoranza Roncari punta il dito contro il dosso sull’ex statale via Emilia

Ancora sotto i riflettori il nuovo passaggio pedonale rialzato sull’ex statale via Emilia, poco prima dell’incrocio con via Primo Maggio e via Fratelli Cervi. Tra le misure anti-velocità inserite nel piano che rivoluziona il tratto urbano dell’arteria, come la riduzione della larghezza della strada, la creazione delle isole spartitraffico all’inizio e alla fine del paese, il nuovo attraversamento pedonale che idealmente collega due zone verde di Tavazzano è già finito in passato al centro delle polemiche, perché da molti giudicato troppo alto e troppo vicino al semaforo che assicura un passaggio in sicurezza.

Oggi è Gianfranco Roncari, capogruppo di “Crescere Insieme”, che in aula aveva parlato di misure «auto-fobiche», a tornare sulla questione e a denunciare una mancanza, perché «provenendo da Milano, l’automobilista incontra un solo cartello che parla di un limite di velocità di 50 Km/h ma poi non c’è più nessun altro cartello che dice “guarda, attenzione, la velocità deve diminuire”, ce n’è uno che indica genericamente la viabilità modificata – spiega il consigliere comunale - : ma se un automobilista percorre quel tratto a 50 km/h ed è quindi perfettamente in regola con quanto previsto dal codice della strada per i centri urbani, rischia di danneggiare seriamente la sua auto».

E ancora. «Quell’attraversamento è talmente alto che alla velocità consentita si rischia comunque di farsi male. Chi vive a Tavazzano oggi lo sa, ma chi arriva da fuori, magari di sera e con la nebbia, non può saperlo. Che siano conclusi o no i lavori sulla via Emilia, non si può fare a meno di quel cartello».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.