Cresce la solidarietà per Melissa, Aler le troverà un alloggio adatto
Il complesso di alloggi Aler di viale Cairo dove abita la familgia di Melissa

Prime risposte all’appello per Melissa: l’Aler le troverà un alloggio adatto

Il direttore generale di Lodi-Pavia Papagni ha garantito l’impegno dell’azienda per venire incontro alle esigenze della piccola travolta da una moto

Prime risposte all’appello lanciato sulle pagine del nostro giornale dalla famiglia di Melissa, la bimba codognese di 8 anni rimasta gravemente ferita dopo essere stata travolta da una moto. Presto la piccola potrà tornare a casa, in una abitazione adatta alle esigenze della sua disabilità. Il direttore generale di Aler Lodi-Pavia Matteo Papagni si è infatti impegnato a far sistemare l’appartamento al sesto piano dei palazzoni di viale Cairo dove vivono la mamma e i due fratelli, o a trovare un altro alloggio dove la bimba possa essere assistita dai famigliari, lasciando finalmente l’ospedale.

Afferma l’avvocato Papagni: «Ho preso incarico il 16 novembre e sostanzialmente è la prima volta che vengo a conoscenza di questo caso - ha precisato ieri il direttore generale Aler, contattato al telefono –. Posso assicurare che l’azienda garantisce un interessamento per favorire una soluzione a questa situazione».
Quindi il direttore ha invitato «chi si sta occupando della bambina a prendere contatti tramite la segreteria Aler con l’ufficio “Integrazione e socialità” che segue questi casi particolari».
Bisognerà decidere se sistemare la casa in cui vive la famiglia oppure cercarne un’altra: «Vanno valutate le condizioni clinico-mediche della bambina per capire se provvedere alla sistemazione dell’appartamento o valutare eventualmente un cambio di alloggio» spiega Papagni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.