Tavolo tecnico per il “rebus” della Faustina
Traffico allo svincolo della Faustina

Tavolo tecnico per il “rebus” della Faustina

Venerdì scorso si è discusso in Comune del pericoloso svincolo della Faustina

Lodi

Il tavolo tecnico per trovare una soluzione al pericoloso svincolo della Faustina si è riunito venerdì scorso in Comune a Lodi. «L’intersezione tra la tangenziale Sud, gestita da Anas, via San Colombano in Lodi e la provinciale per Borghetto è attualmente regolata da una rotatoria mal concepita che è da anni causa di ingorghi e incidenti, con ripercussioni indotte anche sulle strade Sp 23, Sp 186 e Sp 235 - così spiega il sindaco Sara Casanova -. L’incontro della scorsa settimana è stato voluto dall’Amministrazione per approfondire il progetto di revisione dello svincolo. La prospettiva duplice è quella di un intervento in tempi celeri per la messa in sicurezza (riformulazione del sistema di precedenze, adeguamento della sede stradale e posa di nuova cartellonistica) e di una successiva riprogettazione dell’incrocio, partendo dallo studio di fattibilità del 2011 che prevedeva la realizzazione di un cavalcavia sulla tangenziale».

Sara Casanova, sindaco di Lodi

L’assessore regionale al territorio Pietro Foroni, nel sottolineare che Regione Lombardia non ha alcuna competenza diretta, «né in materia di manutenzione né di interventi straordinari, rileva che «in relazione alla particolare necessità di intervenire su questo nodo stradale, non faremo mancare il nostro sostegno e la nostra partecipazione quando si arriverà a una progettualità per risolvere definitivamente il nodo della «Faustina».

Nei giorni scorsi Patrizia Baffi, consigliere regionale Pd, aveva chiesto certezze alla Regione, dopo le dichiarazioni del senatore leghista Luigi Augussori, il quale a Natale aveva annunciato di essere riuscito a ottenere risorse per l’intervento viabilistico grazie a un emendamento alla legge bilancio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.