«Aumenteranno i parti a Vizzolo, sale operatorie presto in arrivo»
Angelo Cordone si concede ai giornalisti a pochi giorni dal suo arrivo Ribolini

«Aumenteranno i parti a Vizzolo, sale operatorie presto in arrivo»

Il dg dell’Asst di Melegnano, Cordone, a pochi giorni dall’insediamento

Cristina Vercellone

La foto di lui che bacia Totti, a Pescara dopo il regalo di 100mila euro del calciatore al suo vecchio ospedale. E poi il ritratto del presidente della Repubblica e le bandiere. Adesso mancano solo le immagini, imprescindibili del suo Abruzzo. Angelo Cordone, 64 anni, papà di 4 figli, tutti laureati e super impegnati professionalmente all’estero, da pochi giorni “siede” ai vertici dell’Asst di Melegnano. Il manager era già stato a Vizzolo per un anno, nel 2011, prima di essere trasferito al San Matteo di Pavia dove è rimasto fino al 2015. In quell’occasione Cordone finì al centro di un’inchiesta, insieme ai suoi collaboratori. L’accusa parla di oltre 31milioni di perdite non registrate. Il pm ha chiesto l’archiviazione per lui, ma il giudice per le indagini preliminari l’ha respinta, fissando un’udienza in camera di consiglio il 19 febbraio. Cordone però è tranquillo: «Ero stato io - annota - a segnalare le irregolarità». Cordone aveva rimosso dall’incarico il dirigente, quando si accorse che i conti non quadravano.

Il manager Cordone intervistato dalla nostra giornalista

«Rilanceremo il punto nascita. A Vizzolo nascono 700 bambini all’anno». dice il nuovo manager della sanità sudmilanese.

E ancora. «Perfezioneremo l’attività chirurgica che è già importante. Devo ancora conoscere bene le attività, ma essendo medico, io sono uno che va in giro, cammina, voglio vedere, per conoscere e migliorare le cose».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.