Tragedia in sala parto, bimba morta
L’ospedale del capoluogo: ogni volta che si verifica un decesso in sala parto l’evento viene segnalato al Ministero

Tragedia in sala parto, bimba morta. Indaga la procura

È successo all’ospedale di Lodi, l’Asst ha avviato un’inchiesta interna per chiarire se ci siano responsabilità

Dramma in sala parto a Lodi il 23 dicembre, la procura apre un’inchiesta. E l’amministrazione dell’Asst guidata, all’epoca dei fatti, da Giuseppe Rossi, avvia un audit interno per capire le dinamiche dei fatti che hanno portato alla morte di una neonata. Tutto sembrava andare bene, la signora, che vive a Vidardo con la famiglia, non aveva avuto problemi, durante la gravidanza, ma al momento del ricovero per il parto, le cose hanno iniziato ad andare per il verso storto.

La gravidanza era arrivata a termine, superando la 38esima settimana, i controlli ecografici sembra che non avessero mai evidenziato anomalie. Durante il parto, però, il tracciato ha incominciato a mostrare una situazione anomala. E per la piccola non c’è stato niente da fare, neanche i tentativi di rianimarla da parte dei pediatri, intervenuti in sala parto, sono stati utili a salvarle la vita.

In seguito alla denuncia in procura, da parte della famiglia, la settimana scorsa, la bimba è stata sottoposta ad autopsia. L’auspicio da parte dei genitori è che si faccia chiarezza su quanto avvenuto in ostetricia, in modo inaspettato, quel giorno.

Ogni volta che si verifica una morte in sala parto l’evento viene segnalato al Ministero e l’Asst si attiva con un audit interno per fare chiarezza. Una procedura che è scattata anche in questo caso per accertare la correttezza dei comportamenti e delle procedure.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.