Il sindaco resta senza assessori, si va verso la mozione di sfiducia
Il sindaco Pamela Delle Cave

Tribiano, il sindaco resta senza assessori: si va verso la mozione di sfiducia

Dopo quello di Vizzolo un altro caso: Calzati e Gabriele rimettono le deleghe

Emiliano Cuti

Il sindaco, facente funzione, Pamela Delle Cave non ha più la “sua” maggioranza. I due assessori Damiano Calzati e Roberto Gabriele hanno restituito le deleghe unendosi di fatto al capogruppo (a questo punto dell’ex maggioranza) Martino Gola che in precedenza aveva preso le distanze dall’operato del primo cittadino. Una “fronda” che potrebbe traghettare il Comune verso il commissariamento, come è avvenuto a Vizzolo. L’intenzione del gruppo di Insieme per Tribiano è quella di formalizzare nei prossimi giorni la mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Delle Cave.

«Come avevo già detto, coerentemente col mandato con cui sono stata eletta, intendo proseguire secondo le linee del nostro programma – afferma il primo cittadino -. Ho letto le motivazioni delle dimissioni assessorili e mi sorprendono, in quanto le opere svolte e gli stessi interventi dei consiglieri Calzati e Gabriele testimoniano che nessuno ha impedito loro di poter lavorare e di farlo secondo il nostro programma. Recentemente il gruppo Insieme per Tribiano si era preso l’impegno di portare a conclusione questo mandato, mi auguro che non siano parole al vento».

La sede del municipio di Tribiano

Ma le posizioni sembrano ormai inconciliabili. L’ex assessore Gabriele nella lettera di dimissione da assessore non ha nascosto le ruggini con il capo della maggioranza. «Rimetto le deleghe da assessore alla programmazione finanziaria e bilancio commercio, entrate e patrimonio e allo sport, affidatemi pur mantenendo la carica di consigliere comunale – scrive -. Testimone di un modo di amministrare lontano dalla giunta precedente, ho capito dopo qualche periodo e dopo averlo fatto notare in riunione di maggioranza, che non si trattava di inesperienza ma proprio di un modo diverso di vedere le cose, di un modus operandi diverso da quello che ha contraddistinto il gruppo Insieme per Tribiano in tutti questi anni. I recenti episodi di mancato coinvolgimento nella vita amministrativa hanno fatto venir meno gli equilibri necessari per continuare a svolgere al meglio e con serenità il ruolo di assessore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.