Rotonda della Faustina: «Tavolo tecnico dopo le feste»
Una scena di traffico pomeridiano sulla rotonda della tangenziale presso l'ingresso della Faustina

Rotonda della Faustina: «Tavolo tecnico dopo le feste a Lodi»

Il sindaco Casanova convocherà Regione, Provincia e Anas

Dopo le feste si riunirà il tavolo tecnico che dovrà decidere quale soluzione privilegiare per mettere in sicurezza l’incrocio della Faustina. Il senatore Luigi Augussori nei giorni scorsi aveva annunciato che da Roma sarebbero arrivate le risorse necessarie per procedere con la modifica della viabilità, grazie a un suo emendamento inserito nella manovra economica del governo. «Mi sono già confrontato con il sindaco Sara Casanova - afferma l’esponente leghista -, spetterà a lei far partire la convocazione del tavolo, che si terrà a gennaio. La data non è stata ancora fissata, ma sarà sicuramente dopo le feste. Parteciperanno Comune, Provincia, Regione e Anas, vanno infatti valutate le differenti ipotesi e i relativi cantieri, in modo da non gravare sul traffico. Una soluzione potrebbe essere già delineata in poco tempo».

Luigi Augussori

Nella speranza di riuscire a risolvere uno degli snodi (e dei nodi) più annosi e problematici della viabilità attorno al capoluogo, il tavolo tecnico dovrà valutare in particolare il progetto “low cost” dell’Anas, che prevede l’allargamento dell’incrocio e la precedenza a chi attraversa la rotonda, con l’introduzione di un sistema “alla francese”: chi sta già percorrendo la rotonda ha il diritto di passare. Un piano pensato come temporaneo, in attesa di trovare le risorse per un intervento più corposo, come per esempio un sovrappasso. In quest’ultimo caso, però, l’opera avrebbe un costo ingente, le stime variano tra 12 e 15 milioni di euro: inoltre il piano dovrebbe essere elaborato dagli enti locali.

Simone Piacentini

Complessivamente, per mettere in sicurezza le tangenziali dei capoluoghi, sono stati stanziati 10 milioni di euro, 5 milioni per il 2019 e 5 milioni per il 2020. Il Pd ha invitato il senatore ha far sì che l’impegno preso non si trasformi in “lettera morta”. E dopo le accuse di Augussori rivolte al centrosinistra per il suo immobilismo sulla questione, il capogruppo Simone Piacentini torna alla carica: «È stata un’uscita infelice, non è vero che non è stato fatto niente in 20 anni - afferma -, è stato realizzato lo svincolo di San Bernardo, il sovrappasso all’ex Otto Blues e il sottopasso. Tutti sappiamo che resta il nodo alla Faustina. Dai ribassi d’asta della tangenziale di Casale si possono recuperare risorse, così come dall’emendamento presentato da Augussori si possono ricavare altre risorse per la progettazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.