Lodigiano e Sudmilano, rivoluzione nella sanità: cambiano i vertici di ospedali e Ats
Giuseppe Rossi, per molti anni alla guida dell’Azienda ospedaliera della provincia di Lodi

Lodigiano e Sudmilano, rivoluzione nella sanità: cambiano i vertici di ospedali e Ats

Le decisioni adottate dalla giunta regionale del governatore Fontana: il direttore generale dell’Asst di Lodi (ex Azienda ospedaliera) Giuseppe Rossi (area Lega) trasferito a Cremona

Una rivoluzione ai vertici della sanità del Lodigiano e del Sudmilano. Il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana ha nominato nel corso della seduta di giunta i nuovi direttori generali che a partire dal primo gennaio 2018 guideranno le otto Ast (ex Asl, accorpate), le 27 Asst (ex Aziende ospedaliere) e i 4 Irccs della Lombardia.

All’Ats Città metropolitana, che da fine 2015 ha riunito le Asl di Lodi, Milano 2 e Milano 1, arriva Walter Bergamaschi. Subentra a Marco Bosio.

All’Asst di Lodi (ex Azienda ospedaliera) arriva invece Massimo Lombardo. Subentra a Giuseppe Rossi, che passa alla direzione generale dell’Asst di Cremona. Lombardo dovrà guidare i quattro ospedali lodigiani: Lodi, Codogno, Casale e Sant’Angelo.

All’Asst di Melegnano e della Martesana infine arriva Angelo Cordone. Subentra a Mario Alparone.

Leggi l’approfondimento sull’edizione del «Cittadino» in edicola martedì 18 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.