Pianto da un cassonetto: scatta l’allarme a Carpiano, ma sono due bambole
I cassonetti per abiti smessi al cui interno due bambole che piangevano hanno fatto temere che ci fosse un neonato abbandonato

Pianto da un cassonetto: scatta l’allarme a Carpiano, ma sono due bambole

Momenti di paura quando si è udito quello che sembrava il lamento di un neonato uscire da un contenitore per la raccolta di abiti usati

Un lamento flebile ma inconfondibile, un pianto inarrestabile ed angosciante, e per diversi minuti a Carpiano si è temuto l’avverarsi di un incubo, l’abbandono di un neonato in un cassonetto chiuso ermeticamente. Solo che quel pianto, fortunatamente, si è rivelato essere quello di due bambolotti che qualcuno, pensando probabilmente di fare un dono a bimbi meno fortunati, ha inserito insieme ad abiti usati in uno dei raccoglitori di indumenti smessi.

È stata una mattinata convulsa, quella vissuta oggi a Carpiano dove poco dopo le 8 un passante ha appunto sentito il pianto provenire da uno dei due raccoglitori posizionati in via Di Vittorio, sull’angolo con piazza Luini. Scattata così la macchina dei soccorsi, in quella che si pensava una corsa contro il tempo, sul posto sono arrivati Vigili del Fuoco, Carabinieri e 118. Forzato il raccoglitore, la scoperta: non di neonato, ma di due bambolotti si trattava.

B.Sa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.