La città spiata dall’alto con i droni per scoprire le discariche abusive
L’accampamento dei disperati sotto il ponte dell’Adda

La città spiata dall’alto con i droni per scoprire le discariche abusive

Linea Gestioni consegna al Broletto le riprese effettuate un mese fa per pianificare interventi di pulizia e sanzioni: «Ci sono rifiuti abbandonati»

Per la prima volta, a Lodi è stato utilizzato un drone con telecamere ad alta definizione per scoprire discariche abusive e rifiuti abbandonati. L’operazione è stata compiuta lo scorso 13 novembre e in queste ore, terminati il riversamento delle indagini e la loro catalogazione e geolocalizzazione, il documenti finale è stato consegnato al municipio e alla polizia locale. Sia per pianificare un piano di rimozione di vari cumuli di materiali sparsi nei campi, sia per studiare un piano per evitare nuovi abbandoni e per risalire, se possibile, ai responsabili dello scempio.

«Le immagini hanno sostanzialmente evidenziato l’assenza di discariche abusive - fa sapere l’azienda che raccoglie i rifiuti in città - dall’altro però hanno confermato la problematica relativa ai rifiuti prodotti da alcuni accampamenti sotto al ponte della tangenziale». Un indirizzo che effettivamente sfugge al calendario della raccolta differenziata. Secondo un recente monitoraggio della Caritas sono un’ottantina le persone di fatto senza dimora che gravitano sul capoluogo e per molti di loro le piste ciclabili coperte sotto il ponte sono diventate un rifugio per passare la notte all’addiaccio.

Parti di autoveicoli abbandonate nascoste tra i rovi, filmate dal drone

“Si tratta di una innovazione sperimentale che permetterà di potenziare e rendere ancora più efficiente il servizio di igiene urbana cittadino, soprattutto in relazione al decoro urbano e alla pulizia della città: in questo modo il nostro servizio potrà essere mirato, più efficiente e più efficace - dichiara il Direttore di Linea Gestioni, Primo Podestà -. Questo ci permetterà inoltre di definire in maniera sempre più puntuale le zone nascoste del territorio dove avvengono deplorevoli episodi di abbandono indiscriminato di rifiuti: episodi di inciviltà che, è importante ricordarlo, hanno conseguenze non solo ambientali ma anche economiche, visto che i costi di recupero dei rifiuti abbandonati sono a carico di tutta la collettività”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.