Affitti Aler azzerati per tre anni agli anziani con reddito basso
Una palazzina Aler che sorge in provincia di Lodi. Grazie allo stanziamento saranno 180 gli affitti che verranno congelato per i prossimi tre anni sul territorio

Anziani a basso reddito, arriva l’azzeramento degli affitti

Sono 180, nelle case Aler del territorio, i beneficiari di questa nuova misura

Da gennaio e per tre anni, 180 lodigiani anziani e a basso reddito, inquilini delle case Aler, non pagheranno l’affitto. È la “ricaduta” nel Lodigiano di una delibera approvata dalla giunta regionale su proposta dell’assessore alle politiche sociali, abitative e disabilità Stefano Bolognini. Per vedersi azzerare l’affitto è necessario avere oltre 70 anni e un reddito Isee inferiore ai 9mila euro.

Spiega l’assessore regionale al territorio Pietro Foroni: «La misura è stata presa in via sperimentale ma è nostra volontà estendere questi benefici a favore degli inquilini più anziani ed economicamente svantaggiati a tempo indeterminato, che in questo modo potranno risparmiare anche più di 800 euro l’anno».

Pietro Foroni

La Regione ha già stanziato 4 milioni per il 2019, altrettanti per il 2020 e conta di stanziarne 8 per il 2021. In provincia di Lodi gli affitti “abbuonati” ammontano a oltre 155mila euro annui. Per godere del beneficio, è necessario anche avere dieci anni di residenza in un appartamento Aler ed essere in regola almeno da 5 anni con i pagamenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.