Cento incidenti e quattro morti: la Paullese resta una strada killer
La scena di un gravissimo incidente avvenuto lo scorso luglio sulla Paullese nel territorio di San Donato Milanese

Cento incidenti e quattro morti: la Paullese resta una strada killer

Impietosa la classifica dell’Aci: è il secondo tratto per pericolosità in Lombardia

Un triste primato, che si conferma. La Paullese resta tra le strade più pericolose d’Italia, la seconda per numero d’incidenti in Lombardia. In attesa del completamento della riqualificazione (probabilmente entro il 2022) permane l’alto rischio per i pendolari che percorrono i 70 chilometri di strada, specialmente i 17 tra le province di Lodi e Milano. A parlare sono i numeri diffusi dall’Aci (Automobile club d’Italia) nell’ultimo studio sulla localizzazione degli incidenti stradali.

e l’ex statale 415, che agli inizi del 2000 era censita tra le sei strade più pericolose d’Italia, negli ultimi anni aveva visto diminuire notevolmente il numero di scontri tra veicoli e fuoriuscite stradali. Ma il trend positivo ha subito un’inversione di tendenza dal 2015 in poi: il 2017 appunto è stato l’anno nero, con 4 mortali e 94 sinistri con 162 feriti, sull’intera tratta San Donato-Cremona.

Gli ultimi dati a disposizione indicano che il maggior numero di incidenti si attesta sugli svincoli, a San Donato e a Paullo-Settala: 16 incidenti con 30 feriti sono avvenuti a Paullo, 15 con 17 feriti a San Donato, 9 con 19 feriti a Peschiera e 7 con 14 feriti a Settala (2 con 8 feriti a Mediglia e 2 con 4 feriti a Pantigliate, mentre a Milano 1 con 1 ferito).

Purtroppo il 2018 è destinato a far segnare un ulteriore peggioramento delle statistiche, perché ad oggi sono già tre i morti sulla Paullese: l’incidente più grave si è verificato tra Mediglia e Peschiera, quando tre giovani coinvolti in un tamponamento, sono scesi in strada per la constatazione amichevole e sono stati travolti da un camion: due sono morti, un terzo ha riportato gravi conseguenze.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola lunedì 10

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.