È il giorno di Top 200: la prima classifica delle aziende lodigiane
Il presidente di Assolombarda Carlo Bonomi

È il giorno di Top 200: la prima classifica delle aziende lodigiane

All’auditorium Bipielle (alle 17.30) la presentazione ufficiale, sul «Cittadino» in edicola mercoledì l’inserto con dati e interviste

Una vetrina per le imprese d’eccellenza del Lodigiano, ma anche un momento di riflessione su un tema strategico per l’economia 4.0, ovvero la formazione alle nuove professioni che tecnologie ed evoluzione dei mercati richiedono con sempre maggiore urgenza. Il progetto Top 200 Lodi nasce dalla collaborazione tra il quotidiano “il Cittadino” e Assolombarda e ha prodotto, con il supporto di partner prestigiosi come la società di consulenza PwC e il Banco Bpm, un’inedita ricerca racchiusa in un fascicolo che verrà ufficialmente presentato lunedì pomeriggio, a partire dalle ore 17.30 presso l’Auditorium Tiziano Zalli di via Polenghi Lombardo, a Lodi, e che sarà distribuito gratuitamente con l’edizione del quotidiano in edicola mercoledì 12 dicembre.

L’evento di questa sera all’Auditorium Tiziano Zalli propone ospiti di prestigio. Il programma prevede in apertura i saluti istituzionali, portati dal vice sindaco di Lodi Lorenzo Maggi , dal presidente della Provincia Francesco Passerini e da Vincenzo Mamoli, componente la giunta della Camera di commercio di Milano Lodi Monza e coordinatore della Consulta del Lodigiano.

Alle 17.30 Valeria Negri, responsabile del Centro Studi Assolombarda, illustrerà i contenuti della ricerca, cui seguirà alle 18.10 una tavola rotonda.

Alle 19.10 sono previste le conclusioni di Carlo Bonomi, presidente di Assolombarda. Modererà l’incontro Ferruccio Pallavera, direttore de il Cittadino di Lodi. L’ingresso è libero ma è gradita la conferma di partecipazione iscrivendosi online al’indirizzo: www.assolombarda.it/top200-lodi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.