Si rafforza la lotta contro i tumori: entra in campo la tomosintesi 3D
La benedizione

A Codogno un nuovo strumento per la lotta contro i tumori

La Senologia entra nel futuro: ieri il taglio del nastro della tomosintesi 3D donata dal Samaritano

Un nuovo strumento nella lotta contro i tumori. È stata inaugurata ieri la tomosintesi 3D, arrivata grazie alla gara di solidarietà messa in campo la primavera scorsa dal Samaritano onlus, che ha acquistato la strumentazione e l’ha ceduta in comodato d’uso gratuito all’ospedale di Codogno. Per l’occasione è tornato in ospedale anche l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera.

Con Gallera era presente anche l’assessore regionale al Territorio Pietro Foroni: «Oggi è un giorno importante non solo per la nuova strumentazione, ma anche per la modalità in cui arriva, che dimostra l’importanza del volontariato».

fare gli onori di casa, oltre al direttore generale dell’Azienda socio-sanitaria territoriale Giuseppe Rossi, il presidente del Samaritano Roberto Franchi: «In occasione dei trenta anni di fondazione, siamo noi che abbiamo voluto fare un regalo alla comunità. La tomosintesi 3D arriva grazie al contributo dei cittadini e dei partner, primi fra tutti la Fondazione Comunitaria e la Banca Centropadana, ed è un bell’esempio di sinergia tra pubblico e privato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.