Agente morto nell’incidente in A1, patteggia il collega che guidava
La Skoda Octavia scoperchiata dall’impatto con il rimorchio

Agente morto nell’incidente in A1, patteggia il collega che guidava

Poco più di un anno per “omicidio stradale”, risarciti i 5 figli della vittima

Carlo Catena

Un anno e 27 giorni di reclusione, con sospensione condizionale della pena e non menzione: è la pena, per “omicidio stradale”, che ha patteggiato in tribunale a Lodi C.G., 53 anni, il poliziotto che quel maledetto 20 dicembre del 2017 era al volante della Skoda Octavia della Stradale finita contro il rimorchio di un tir al chilometro 43 più 900 sud, all’altezza dell’immissione dall’Autogrill di Somaglia. Nell’incidente ha perso la vita Giuseppe Beolchi, il collega di pattuglia, di San Rocco al Porto, 45 anni e 5 figli.

Giuseppe Beolchi

Quello è un punto critico dell’Autosole, teatro di numerosi incidenti, perché verso Piacenza è in leggera discesa, curva a sinistra e molti conducenti, per agevolare l’immissione dall’area di servizio, si spostano dalla corsia lenta a quella centrale. Come, risulta dai filmati delle telecamere di Autostrade per l’Italia acquisiti dal pm Alessia Menegazzo, ha fatto il conducente 33enne di quel tir. Non è chiaro, dalle immagini, se avesse la freccia o meno, anche se l’autotrasportatore - che a sua volta era indagato per omicidio stradale - giura di sì. La pista iniziale di una manovra improvvisa del camion come reazione preoccupata a un’auto che, in corsia di emergenza, stava rientrando nell’Autogrill in retromarcia, è caduta: l’improvvida manovra dell’automobilista appare disgiunta dalla dinamica dell’impatto.

I funerali dell’agente di polizia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.