Massacra di botte la massaggiatrice e poi si scaglia contro i poliziotti
Una volante della polizia di stato: ci sono voluti tre agenti per fermare l’uomo, poi condotto in questura

Massacra di botte la massaggiatrice e poi si scaglia contro i poliziotti

Arrestato martedì sera a Lodi un cittadino turco fuggito dopo l’aggressione

Massacra di botte la massaggiatrice e poi si scaglia contro i poliziotti che cercano di fermarlo. Il titolare di un’attività commerciale a Lodi è stato arrestato martedì sera in via San Colombano e ora si trova in carcere, in attesa della convalida. Mentre la ragazza, colpita al volto con violenza, è stata portata in ospedale per le cure: nel centro massaggi di via San Colombano sono rimaste macchie di sangue ben visibili.

Da quanto emerso finora, sembra che l’uomo sia entrato per farsi fare un massaggio, e che al momento di pagare abbia aggredito la ragazza che gli stava davanti colpendola al volto.

Ricevuta la segnalazione intorno alle 20.30, la pattuglia è intervenuta sul posto in pochissimi minuti. L’uomo si era già allontanato, ma è stato intercettato sempre in via San Colombano, grazie alla descrizione fornita, sul marciapiede nel tratto in salita del sottopasso in direzione del centro. Tre poliziotti hanno cercato di fermarlo ma lui si è scagliato anche contro di loro colpendoli al volto.

Tre poliziotti hanno cercato di fermarlo ma lui si è scagliato anche contro di loro colpendoli al volto. Alla fine uno lo ha preso per le gambe e altri due per le braccia e insieme sono riusciti a caricarlo sulla volante e a portarlo in questura, dove è stato chiesto anche l’intervento della Croce Rossa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.