Spaccio davanti alle scuole e agli oratori, nove arresti fra Sant’Angelo e Casale

Spaccio davanti alle scuole e agli oratori, nove arresti fra Sant’Angelo e Casale

Le indagini partite da una rapina violenta il giorno di Natale del 2016

Sant’Angelo Lodigiano

Stroncata fra Sant’Angelo e Casale una fitta rete di spaccio. I carabinieri di Lodi hanno eseguito martedì mattina nove ordini di custodia cautelare in carcere a carico di altrettanti egiziani e marocchini che da tempo si erano divisi fra loro, senza pestarsi i piedi, le piazze dello spaccio soprattutto di Sant’Angelo Lodigiano. Lo smercio della droga avveniva alla luce del sole, anche davanti alle scuole, nei locali pubblici e vicino agli oratori. Centinaia i clienti individuati.

L’operazione, denominata “martello”, è stata condotta dai militari del nucleo radiomobile di Lodi e della stazione di Sant’Angelo ed è partita il giorno di Natale del 2016 dopo la rapina in casa ai danni di un egiziano, colpito col manico di un martello da altri due connazionali e derubato di 1400 euro. L’episodio era legato a un debito di droga non pagato. In seguito sono stati individuati quattro diversi gruppi di spacciatori che vendevano ingenti quantità di marijuana, cocaina e hascisc.

Alcuni dei nove ricercati erano già in carcere per altri motivi, altri sono stati rintracciati nelle loro abitazione grazie al supporto anche dei militari di Pavia (due erano a Villanterio) e di Genova.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.