Guerini e Guidesi vanno d’accordo davanti a cioccolato e solidarietà
Guerini e Guidesi a Villa Fabrizia di Bertonico

Guerini e Guidesi, quando la solidarietà ha il sapore “bipartisan”

I due onorevoli ospiti e testimonial del progetto 180 per il reinserimento in società dei disabili attraverso un laboratorio per la produzione di cioccolato

In politica e in parlamento, Lorenzo Guerini e Guido Guidesi siedono su due schieramenti diversi: ma quando si tratta del loro territorio e (soprattutto) di solidarietà, ci mettono poco a trovare una comunione di intenti. E a superare le barriere, come quelle che vuole scavalcare “180” l’originale progetto di un laboratorio per la produzione di cioccolato er promuovere l’inserimento lavorativo di persone con lieve disabilità psichica. L’iniziativa, rilanciata domenica a Villa Fabrizia a Bertonico, ha goduto della presenza dei due onorevoli, pronti a fare da testimonial e a rispondere con piacere alle domande schiette, ironiche e “scioccanti” dei ragazzi di Radio Shock Piacenza.

L’intervista a Guerini

Ai microfoni di Radio Shock, dunque i due onorevoli lodigiani che si sono confrontati con domande “scomode”: «Hai mai mal di pancia per la politica?» oppure «meglio essere un leader o passare la vita in umiltà?» sono alcuni degli interrogativi posti a Guidesi, che ha ammesso di aver avuto spesso il mal di pancia, e che un l’umiltà è la prima dote di un vero leader, ma ha raccontato anche dei pranzi e delle cene di un parlamentare, e delle giovanili del San Rocco. A Guerini, invece, hanno chiesto ad esempio dei biglietti di auguri di Natale a Massimo D’Alema: «Gli chiederei di essere un po’ più buono», o dei gossip della politica, in cui però, come ha ammesso lo stesso parlamentare, «la realtà purtroppo supera il gossip».

L’intervista a Guidesi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.