Ca’ del Lambro sotto sequestro dopo le analisi sui capi macellati
La Cascina Ca’ del Lambro a Mediglia

«Carne contaminata», Ca’ del Lambro sotto sequestro

Dopo le analisi sui capi di bestiame macellati, dall’azienda agricola di Mediglia non può uscire più nulla

Carne contaminata da policlorobifenile, sotto sequestro Ca’ del Lambro a Mediglia: dalla cascina non potrà più uscire ed essere commercializzato nessun prodotto, nè latte, nè carne, nè prodotti coltivati. Il provvedimento arriva dopo gli ultimi esami del servizio veterinario dell’Ats (Agenzia per la tutela della salute) di Città Metropolitana, che ha riscontrato la contaminazione della carne da policlorobifenile, il Pcb ampiamente utilizzato negli anni ’70 in vari settori industriali poi progressivamente messo fuorilegge per la sua tossicità.

«Per la prima volta, dopo decenni, un’amministrazione è riuscita a fare qualcosa per risolvere una questione annosa che purtroppo ha ripercussioni sulla salute pubblica come risulta dei prelievi dell’Ats» commenta il sindaco Paolo Bianchi.

Il sindaco Bianchi

Il dipartimento veterinario ha accertato la presenza di policlorobifenile «nel muscolo di vitellone allevato presso l’azienda agricola» in corso di macellazione. A seguito dei prelievi, fa sapere l’Ats, «l’azienda agricola veniva posta sotto sequestro sanitario, ivi compresi gli animali, gli alimenti zootecnici (foraggi) e gli eventuali prodotti». Più nel dettaglio, i tecnici hanno esaminato le coltivazioni per cercare di risalire all’origine della contaminazione, riscontrando «che i foraggi di primo e secondo taglio risultavano contaminati dai medesimi congeneri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.