Un nuovo durissimo colpo all’occupazione: chiude la Nilfisk

Un nuovo durissimo colpo all’occupazione: chiude la Nilfisk

Guardamiglio, mobilità per 97 dipendenti dell’azienda specializzata nella produzione di macchine idropulitrici

Shock alla Nilfisk di Guardamiglio, l’azienda annuncia la chiusura del sito e l’apertura di una procedura di mobilità per 97 dipendenti sui 138 oggi impiegati nello stabilimento. Per il momento si salvano gli agenti commerciali, che potranno essere reimpiegati in altre strutture. La lettera di licenziamento arriverà ai lavoratori domani mattina, venerdì 12 ottobre, ma la notizia si è sparsa oggi nello stabilimento in maniera informale, ed è stata confermata poi in assemblea dei lavoratori nel primo pomeriggio.

Da domani scattano i 45 giorni di procedura sindacale per arrivare a un accordo, ma al momento sul piatto non c’è nemmeno la possibilità certa della cassa integrazione straordinaria, appena re-introdotta dal Governo per le chiusure di stabilimento ma solo per alcuni casi specifici. I lavoratori saranno ricevuti domani dal sindaco di Guardamiglio Elia Bergamaschi in municipio per un primissimo confronto e per studiare azioni di lotta. Il motivo della chiusura è nella dismissione da parte dell’azienda delle produzioni di spazzatrici stradali. Due i siti di riferimento per questa attività, uno in Danimarca per cui è stata annunciata la vendita e l’altro quello di Guardamiglio. La multinazionale danese ha pagato l’annuncio dell’addio alle produzioni anche in Borsa, con un forte ribasso.

Nel sito di Guardamiglio negli anni passati erano stati utilizzati tutti gli ammortizzatori sociali disponibili per far fronte a una crisi di remuneratività del sito che aveva portato anche a individuare una ventina di esuberi. Nel 2016 infine era stato firmato un contratto di secondo livello innovativo, che prevedeva flessibilità d’orario e carichi di lavoro in cambio di investimenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.