Un cocktail di farmaci “esplosivo” per il 31enne
L’uomo si era presentato al Pronto soccorso di Lodi ed era stato trasferito all’ospedale Niguarda

Ha rischiato il trapianto di fegato per aver mischiato due antidolorifici

Il 31enne di Cavenago finito al Niguarda con una sospetta intossicazione da funghi, in realtà aveva assunto un mix di farmaci

Sembrava un’intossicazione da funghi quella che ha portato un 31enne di Cavenago al pronto soccorso di Lodi, e di lì all’ospedale Niguarda di Milano, una epatite esotossica che ha rischiato di compromettere seriamente le sue condizioni di salute. In realtà si è trattato di una reazione allergica a un cocktail “esplosivo” di farmaci: Tachipirina e Aulin.

La sera del 30 settembre, in seguito a dolori lombo sacrali che continuavano da alcuni giorni e pensando di avere una colica renale, il paziente si stava autocurando prendendo i due farmaci a base di paracetamolo e nimesulide. Avendo consumato funghi qualche giorno prima, i sanitari avevano sospettato che a scatenare l’epatite esotossica potessero essere stati i frutti del bosco. Dagli esami però è emerso che il 31enne ha avuto una reazione allergica.

«È importante sottolineare che la diagnosi è stata corretta - spiega il responsabile del dipartimento emergenza urgenza Enrico Storti -; il paziente è stato inviato nel centro specialistico. Non è un caso se il malato è stato trasferito a Niguarda. Il 31enne, infatti, avrebbe potuto peggiorare tanto da rendere necessario un trapianto. Fortunatamente l’eventualità è stata scongiurata».

«I due farmaci ad azione antipiretica e anti infiammatoria, se assunti insieme, possono, in casi rari, indurre un danno tossico su base individuale – spiega Storti -. Dall’1 ottobre ad oggi, il paziente è stato ricoverato nel reparto di epatologia di Niguarda, sottoposto a dialisi temporanea a causa di una severa insufficienza renale che però ora è quasi risolta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.