Responsabilità da più parti per la vicenda bar del Paesaggio
Il bar del paesaggio di Lodi, già costata 300 mila euro e mai inaugurata

Sprechi per il bar del Paesaggio: «responsabilità di diversi soggetti»

Depositata in tribunale la perizia firmata dal consulente del giudice

È stata depositata in tribunale la perizia disposta dal tribunale civile di Lodi nell’ambito della causa sul bar del Paesaggio. Dal documento emergono responsabilità di diversi soggetti per gli sprechi legati all’opera pubblica tra l’Isolabella, i parcheggi di via Massena e il Lungoadda già costata circa 300mila euro, ma mai inaugurata a causa di infiltrazioni di acqua. Una struttura in gran parte in legno e in cui, per cercare di combattere l’umidità, il Comune ha dovuto accendere il riscaldamento dalla fine del 2015.

La causa, attualmente nella fase dell’accertamento tecnico preventivo, che era stata promossa a inizio 2016 dall’amministrazione comunale allora guidata da Simone Uggetti (Pd). Dopo un iniziale tentativo di accordo, infatti, era partita l’azione per la ricerca di responsabilità tra il progettista, l’archistar Mario Cucinella, l’impresa esecutrice Edil Pcr di Sordio, che nel frattempo è fallita, il direttore dei lavori, l’allora dirigente municipale Luigi Trabattoni, e il responsabile del procedimento, l’architetto Roberto Munari.

«Noi siamo in causa con il committente (il Comune di Lodi, ndr.) e abbiamo anche fatto un’ulteriore causa - spiega l’architetto Giulio Desiderio dello studio Mario Cucinella Architects di Bologna -. Dal nostro punto di vista, siamo stati estromessi dal progetto definitivo e nella fase esecutiva. Immaginavamo un progetto che, nei fatti, è stato a nostro avviso distrutto».

Va precisato che il giudice si era detto incompetente per i due dipendenti pubblici, in quanto nei loro confronti il Comune si sarebbe dovuto rivolgere alla Corte dei conti. Azione preannunciata dall’attuale amministrazione, ma al momento neppure gli interessati sanno se l’annuncio abbia avuto un seguito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.