Aggredisce una bambina di 12 anni, i carabinieri a caccia del maniaco
Le indagini sull’aggressione sono affidate ai carabinieri

Sfugge al molestatore a Mediglia: paura per una bambina di 12 anni

La ragazzina ha avuto la forza di liberarsi dall’uomo che voleva trascinarla verso i campi: sull’episodio indagano i carabinieri

Momenti di paura lunedì sera a Mediglia per una bambina di 12 anni che, mentre tornava verso casa, è stata avvicinata da uno sconosciuto che ha cercato di trascinarla verso i campi. La ragazzina è fortunatamente riuscita a svincolarsi dalla presa e a rifugiarsi in casa dai genitori che hanno chiamato i carabinieri. I militari stanno indagando sulla base delle dichiarazioni della giovanissima vittima e cercano riscontri dalla telecamere della zona.

Le indagini sono state avviate alla ricerca di un uomo di circa 40 anni, molto probabilmente italiano che, quando sono avvenuti i fatti raccontati, indossava una felpa scura con cappuccio alzato sulla testa.
Il volto del molestatore, stando a quanto emerso, sarebbe facilmente riconoscibile: le testimonianze parlano infatti di una persona con i denti incisivi spezzati.

A dare l’allarme sono stati alcuni cittadini, che partecipano al progetto di controllo di vicinato sperimentato dall’amministrazione comunale. Un residente, tramite il gruppo di collegamento della comunità, ha segnalato via Whatsapp (un’applicazione tra le più scaricate sugli smartphone) di aver sentito le urla di una bambina. A quel punto sono partiti i controlli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.