Vaccini, oltre 1300 bambini non in regola
Sono 1.300 gli studenti lodigiani non in regola con le vaccnazioni

Un esercito di 1.300 studenti a scuola senza copertura vaccinale completa

Dovranno adeguare la loro posizione alla norma di legge entro il 10 marzo 2019 quando scadrà la validità dell’autocertificazione

Sono oltre 1.340 i bambini e adolescenti delle scuole lodigiane di ogni ordine e grado non in regola con le vaccinazioni: il 6,2 per cento della popolazione scolastica della Provincia. I dati sono dell’Ats lodigiana. Secondo quanto disposto dal governo dovranno adeguare la loro posizione entro il 10 marzo 2019, quando scadrà la validità dell’autocertificazione da parte dei genitori. A quel punto le famiglie dovranno presentare alle scuole il certificato dell’avvenuta vaccinazione e chi avrà dichiarato il falso andrà incontro a sanzioni che partono da 500 euro.

I numeri parlano da sé senza necessità di troppi commenti: in base alla legge Lorenzin le profilassi obbligatorie sono anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite e anti-varicella. E secondo i dati resi noti all’inizio della nuova stagione scolastica da Ats e Asst, oltre un terzo dei bambini che non è in regola, non ha fatto nemmeno una vaccinazione. I bambini nati tra 2012 e 2017 sono in totale 6mila e 5. Di questi quelli non in regola sono 229, cioè il 3,8 per cento. 121 non ha completato nemmeno un ciclo vaccinale, cioè il 2 per cento del totale dei minori, mentre 108 hanno almeno una vaccinazione completata.

I bambini nati tra 2001 e 2012, invece, sono 15mila 563. Di questi, ben 1114 non sono in regola, cioè il 7,2 per cento. Di questi, 376 (2,4 per cento) non hanno completato alcun ciclo e 738 hanno completato almeno un ciclo (4,7). In totale, dei 21mila 568 bambini che frequentano le scuole del territorio, 1343 (6,2 per cento) risultano non essere in regola, 497 (2,3 per cento) non hanno completato alcun ciclo, cioè non hanno alcun tipo di copertura e 846 (3,9) hanno almeno un ciclo completato.

«Nelle nostre scuole - spiegano dal comprensivo Lodi V - i più solerti con le vaccinazioni sono i bambini stranieri. Le mamme ci commuovono. Lo dicono apertamente che per loro “le vaccinazioni sono un privilegio”». «Il comprensivo di Maleo - spiega la preside Lorenza Badini - è uno dei pochi istituti comprensivi con i bambini completamente vaccinati; nessuno da noi ha presentato l’autocertificazione».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 14

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.