Il tubo gocciola, l’Aler non si vede: «Spreco d’acqua da 1.800 litri»
Il bidone usato per la “misurazione”

Il tubo gocciola, l’Aler non si vede: «Spreco d’acqua da 1.800 litri»

A Melegnano un inquilino ha fatto il conto di quanta ne sia andata persa in questi mesi

Il caso delle infiltrazioni in cantina, inquilini sul piede di guerra: «È così da un anno, sprecati 4.800 litri d’acqua». Ma oltre al danno c’è pure la beffa: «Alla fine siamo noi a dover pagare».

Dopo l’ennesima richiesta dei residenti, i tecnici Aler promettono di intervenire: «Li aspettiamo dal 9 luglio, ma qui non s’è visto nessuno”». L’infinita telenovela è quella delle case popolari in via Toscana a nord di Melegnano, nelle cui cantine dall’inverno 2017 è presente un’infiltrazione d’acqua.

«All’altezza della perdita, ho posizionato un bidone, che ogni giorno raccoglie nove litri d’acqua - afferma con l’amaro in bocca l’inquilino Gianpiero Tarenzi, che ha ingaggiato una vera e propria battaglia per vedere eliminato il disservizio -. Moltiplicato per i 540 giorni della perdita, fanno in tutto 4.800 litri d’acqua sprecati».

Dopo numerose segnalazioni, la beffa dell’intervento annunciato e mai fatto. Dopo aver effettuato un sopralluogo, gli esperti dell’Aler hanno infatti affisso dei cartelli che annunciavano l’intervento per il 9 luglio, avvisando anche che ci sarebbe stata l’interruzione dell’acqua potabile dalle 8 sino alla fine dei lavori. Il resto è storia di questi giorni quando, a distanza di oltre un mese da quel 9 luglio, nessuno si è fatto vivo per far fronte all’infiltrazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.